Mundo

Cracking Danilo Rea, sfida fra musicista e intelligenza artificiale al Wired Next Fest

Il famoso pianista re dell’improvvisazione sfiderà l’intelligenza artificiale in un progetto ideato da Alex Braga e dall’Università di Roma Tre

Il prossimo 27 maggio il Wired Next Fest 2018 ospiterà uno spettacolo davvero originale che vedrà l’intelligenza artificiale sfidare l’improvvisazione artistica dell’uomo. Cracking Danilo Rea, in programma domenica 27 alle ore 18 durante il festival di Wired a Milano, vedrà infatti il pianista di fama internazionale Danilo Rea salire sul palco assieme ad Alex Braga e mettersi in gioco contro una tecnologia appositamente messa a punto dall’Università di Roma Tre, l’Ami (Artificial Music Intelligence). Durante l’esibizione il computer cercherà di imparare dalle note musicali di Rea, artista che ha fatto dell’improvvisazione la sua massima espressione stilistica, in modo da anticipare le sue mosse successive.

Artista versatile e innovativo, Alex Braga ha indagato gli svariati ambiti dell’arte concettuale ed è approdato in questi ultimi anni a quest’inedita collaborazione: “Da molto tempo la mia ricerca artistica si basa su tecnologia e musica.

Quando ho avuto l’idea di creare un’intelligenza artificiale che fosse in grado di decodificare il codice di qualsiasi musicista, mi son detto che se ci riuscivamo con il migliore e più imprevedibile al mondo, cioè Danilo Rea, allora avremmo fatto centro“, ci ha raccontato. Durante lo spettacolo le note del piano e quelle generate dall’elettronica generano delle linee grafiche che creano figure sullo schermo alle spalle degli artisti: “Ogni volta che sali su un palco speri di emozionarti e di emozionare il pubblico.

 

FONTE Paolo Armelli

Fonte da Notícia
WIRED.IT
Mostrar mais

Artigos relacionados